"Brindo!" di Giuliana Barontini

Sorseggio dal mio calice un vino aspro e impuro
Lento, miete la mente 
Ne fa un unico chicco di grano
sepolto e mai nato

Brindo con l'inferno... 

Il respiro come nebbia 
appanna il bicchiere
Stretto fra le dita
briciole di molecole  
piangono 
rosse lacrime 
di fuoco
Sorsi di veleno 
su ferite tribali
 

Nell'anima muta
grappoli di dolore
si fanno liquido... 
...Per dissetare un Addio.