"Nel pugno" di Giuliana Barontini

Stretti nel pugno
gomiti di rabbia
gridati
scagliati verso il cielo
bruciano un sogno.
Sono il tormento ingiurioso e il vuoto
sparato senza pietà
nel cuore di nessuno.
Dal pugno
stretto livido
scorre veloce, come l'acqua
nel deserto dell'immagine
un silenzio barbaro
antico
Un respiro nemico
sfiora la terra
aria scura, silenziosa e cupa
che invano cerca refrigerio
Nel pugno
privo di magia
nessuna moneta per comprare
nessuna colomba da esibire
nè un fazzoletto colorato
compare.
Solo le dita
bianche, diafane dal dolore
stringono con forza
cosa è rimasto di un giorno buio
senza ragione.

Giuliana