Annalisa Maria Alessia Margiotta - Sfiorato da un angelo

Una storia d'amore delicatissima, nata sulla rete di Internet e vissuta intensamente dai due protagonisti di 16 anni lei e 24 lui, la prima di Palermo, l'altro di Firenze.
E' molto bello il trascorrere del tempo veloce che si dilata quando i due ragazzi riescono a stare insieme. Nulla d'altro è importante se non il vedersi, il toccarsi, il respirarsi.
La storia è raccontata dal punto di vista maschile. E' l'uomo, Marco, che racconta la storia d'amore con Alessia, com'è nata, com'è cresciuta, come sono state superate le avversità. E in questo l'autrice spiazza molto per la sua bravura (ingenuità? Spero di no. Mi piace pensare che esistono uomini come il Marco del romanzo).
I colpi di scena sono lasciati qua e là proprio quando il racconto inizia a diventare "monotono". L'autrice riesce così a ricatturare l'attenzione del lettore. Nonostante la sua giovane età, e forse proprio per quello, si riesce a rivivere l'Amore come quello che davvero dovrebbe essere: il fulcro della vita di ogni donna e di ogni uomo (anche se loro non lo ammetteranno mai!). Non c'è cinisco ma solo tanta dolcezza, tanti sogni tipici delle ragazzine (e non solo...), di desiderio di un amore puro e limpido.
Un'altra peculiarità è il tempo stesso in cui la storia è raccontata dal protagonista: il 2035, partendo dal 2004. Quasi l'autrice avesse voluto scriversi il destino (aveva 16 anni quando ha iniziato a scrivere il romanzo e l'anno dopo che lo ha terminato, un uomo è entrato nella sua vita nello stesso modo descritto), o una speranza per il lettore. Come a dire: non è ancora successo a te? Potrebbe succedere però!
La lettura è scorrevole e semplice. Potrebbe essere anche una buona lettura per i giovanissimi. L'autrice crescerà sicuramente nel suo modo di scrivere e potrà solo migliorare.

Nadia

Per leggere l'assaggio del libro clicca sul link: http://scrignoletterario.it/node/387