Sergio Paoli - Rumori di fondo

E' una raccolta di racconti brevi (27 per la precisione) in cui l'autore narra, con ironia e serietà, le vicissitudini quotidiane degli uomini fermandosi a guardarle con una lente d'ingrandimento, una per ogni racconto, e, al termine di ognuno, il lettore si troverà toccato in un sentimento, in una singola parte della propria emotività.
Un racconto smuoverà la risata, l'altro la commozione, l'altro la domanda, l'altro ancora l'incertezza e così via per 27 sentimenti e sensazioni differenti.
Alcuni racconti sono completi altri invece sono messi lì quasi a mò di domanda, per far riflettere forse, per dargli un finale come se l'autore cercasse un'interattività con il lettore.
La scrittura è scorrevole e di semplice comprensione. Non ci sono frasi fatte nè concetti rubati ad altri autori ma "solo" una grande riflessione personale sulla vita, sulla quotidianità del mondo dove ognuno si può ritrovare senza per questo pensare che sia retorica e dove davvero ci vorrebbe una grossa mano del "buondio" prima "che il buio arrivi".

di Nadia Zapperi