"Il violino e il mare" di Antonio Carano

di Antonio Carano

a Corrado e Simone

Un violino libera le note
del vento. Attento un bambino legge
la luna, la regge sospesa ad un
filo sottile in fondo a un vociare,
a un cortile. Un aprile di grilli
e cicale, di fiori e di foglie,
gli toglie il respiro, l'assale.
In un lampo il segreto del mare.