scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

Michele Navarra - Per non aver commesso il fatto


Legal thriller

Bellissimo libro di un autore di un genere letterario poco frequentato. Sembra di guardare un film leggendolo. I personaggi sono ben delineati e il lettore segue passo passo l'avvocato che indaga per cercare di scagionare dall'accusa di omicidio il proprio cliente. Il finale, assolutamente inatteso contribuisce a rendere questo romanzo una buona lettura.
L'avvocato è un personaggio con tanti dubbi, con il desiderio di cercare davvero la verità e con il timore, ad ogni nuovo caso, di dover difendere un colpevole. E' una persona "normale", che si sta per sposare e diventare padre, con una propria morale ed un'etica professionale che a volte gli sta stretta e dalla quale vorrebbe fuggire. E' un uomo consapevole di avere tra le mani il destino di un altro uomo basandosi solo sulla fiducia verso il proprio cliente e il proprio senso di giustizia.
E' un romanzo anche per i non addetti ai lavori poichè l'autore spiega molto bene ogni passo, ogni procedura legale mano a mano che il proprio cliente le deve affrontare.
L'iniziale antefatto sposta l'attenzione sull'identità del protagonista principale e spiazza un poco quando entra in scena il vero protagonista. Se è una tecnica di scrittura direi che è innovativa (almeno per me) e ben si applica a questo genere.
Spero in futuro di leggere altro di questo bravo autore, vincitore del Primo Concorso di narrativa giudiziaria inedita Legal Drama Society e finalista del Premio Alabarda d'oro di Trieste.

Nadia

Per un assaggio cliccare il seguente link: http://scrignoletterario.it/node/1044

Ci vuol mestiere

Rinnovo i complimenti a Michele Navarra, vincitore di un premio prestigioso e invidiabile, e auguro successo a un “avvocato perbene”, auspicando che questo romanzo venga letto da un folto numero di lettori, premiandoli “Per non aver commesso il fatto”.
Brava la recensitrice - Nadia Zapperi - una professionista del mestiere!

Mestiere semplice

E' un mestiere semplice quello di recensire libri belli. Ed è anche piacevole. Le parole vengono da sole e a volte occorre addomesticarle un po' perchè non sembrino troppo zuccherose facendo intendere al lettore della recensione che tra il recensore e l'autore ci sia amicizia o ci si conosca.
Michele l'ho conosciuto leggendo il suo libro. Così come ho conosciuto altri autori allo stesso modo. Parlo di Navarra, Spada, Pracanica, Bastasi come di King, Mann, Goncarov ecc... La differenza è che con qualcuno è stato più semplice fare amicizia :)))

---------------------------- . ----------------------------
Una stanza senza libri è come un corpo senza anima.

Remedios recensione

Sul sito di anobii abbiamo messo in catena il libro di Navarra. Pubblichiamo la prima recensione/commento della lettrice, il cui nikname è Remedios dopo avere avuto il suo permesso :

"Il giovane avvocato Alessandro Gordiani è alle prese con un delicato caso di omicidio: il suo assistito, il titolare di un’agenzia immobiliare Carlo Baldini, è accusato di aver ucciso il promotore finanziario Giuseppe Finotti sparandogli e occultando il cadavere dentro un’auto gettata nel fondo del lago di Bracciano.
A rendere spinosa la situazione di Baldini è la presenza di un testimone oculare, Giacomo Raimondi, criminale recidivo le cui parole sembrano segnare per l’accusato un futuro tra le sbarre di una prigione. Riuscirà Gordiani nell’impresa di far assolvere il suo assistito con la formula più ambita per un avvocato, quella “per non aver commesso il fatto”?
Il libro segna l’inizio di un esperimento che mi attirava già da un po’ di tempo, ovvero quelle delle catene di lettura promosse dal sito Anobii: un giovane autore propone il suo libro in lettura gratuita, gli interessati si iscrivono mettendosi in lista, lo scrittore invia il libro al primo nome che lo invierà al secondo e così via.
Il gioco sembra interessante, gli unici lati negativi sono le code generalmente lunghe e il leggero timore di andare incontro a letteratura spazzatura di diecimila “scrittori” che si credono tali. Ma in questo caso vince la curiosità.
Presa dall’entusiasmo del “voglioparteciparesubitoeora” mi fiondo sull’unica catena di lettura che (miracolo!) non ha ancora nessun iscritto. Un LEGAL THRILLER. Un genere a cui non mi sarei mai avvicinata se non sotto tortura.
E invece sono rimasta piacevolmente sorpresa… sì perché questo “Per non aver commesso il fatto” non è affatto pesante così come il genere e la collana (“Diritto e rovescio”) mi avevano fatto temere.
Vero è che lo stile non brilla per originalità, ma in compenso è chiaro, semplice e piacevole da seguire.
Cosa ancor più rilevante è il fatto che l’autore, Michele Navarra, non si prenda mai troppo sul serio e racconti le sorti del processo con frizzante ironia.
Mi aspettavo di più dal finale che avevo letto in una recensione essere “spiazzante“; in realtà a parer mio i fili si sciolgono in maniera abbastanza prevedibile, ma non è questo ad avermi un po' infastidita: c’è l’uso di un escamotage narrativo, tipico dei gialli, che non ho mai amato poiché mancante di credibilità (ahimè mi tocca essere un po’ ermetica per evitarvi spoiler).
Ciò che più conta è che comunque tutti i tasselli del puzzle alla fine si collochino al loro posto e che il protagonista ci abbia lasciato un bel ricordo: non amo gli eroi, al duro, al capitano coraggioso preferisco questo Alessandro Gordiani, dai mille dubbi e dall’ansia opprimente che nasce dalla sensazione di avere tra le mani il destino di un uomo, innocente o colpevole che sia.

Remedios

---------------------------- . ----------------------------
Una stanza senza libri è come un corpo senza anima.

Tremalnaik Recensione

Altra recensione di un'anobiana alla quale ho chiesto il permesso di pubblicarla anche qui:

Se un libro, come questo, lo finisco in una giornata, vuol proprio dire che mi è piaciuto molto! Pur essendo l'autore un avvocato non è scritto in "avvocatese", anzi la prosa è scorrevolissima e molto piacevole, la trama avvincente. L'ho sentito un pò prolisso proprio alla fine, ma forse, molto probabilmente, dipendeva dal fatto che fossero circa le due di notte ed avevo sonno! :D Trovo comunque sconvolgente che una persona possa essere accusata e, forse, condannata per omicidio sulla base di così pochi indizi e praticamente nessuna prova oggettiva. Chiedo all'autore: ma è possibile? Mi terrorizza!!!!!

Tremalnaik

---------------------------- . ----------------------------
Una stanza senza libri è come un corpo senza anima.

Romanzo "Per non aver commesso il fatto"

Cara Remedios, ti ringrazio per il bel “voto” che hai dato al mio romanzo sul sito di aNobii e, soprattutto, per la recensione positiva, quanto mai “vera” e non edulcorata dalla conoscenza personale o da qualche ordine di scuderia.
Sono rimasto particolarmente soddisfatto che una lettrice che non si sarebbe accostata ad un legal thriller “nemmeno sotto tortura” sia rimasta “piacevolmente sorpresa” ed abbia ritenuto il mio romanzo scritto con “frizzante ironia”, con uno “stile chiaro, semplice e piacevole da seguire”, anche se, ahimè, che “non brilla per originalità” (ma porcaccia la miseriaccia, com’è difficile trovare oggi un nuovo Benni o un nuovo Pennac o un nuovo Camilleri!).
Grazie anche per le belle parole che hai speso sul personaggio di Alessandro Gordiani, che mi sono piaciute tantissimo, soprattutto perché hanno colto, secondo me, l’intima essenza del personaggio (almeno per come lo volevo descrivere).
Credo di aver capito a cosa volevi alludere quando, in relazione alla parte finale del romanzo, hai criticato il classico “escamotage narrativo tipico dei gialli” (di tutta una certa letteratura di genere da Conan Doyle ai moderni giallisti nordici oggi di gran moda) che manca un po’ di credibilità ed in parte sono d’accordo con te. Il fatto è che non volevo lasciare un finale “aperto” e per chiuderlo in un numero decente di pagine dovevo (temporaneamente) “trasformare” Alessandro Gordiani in una sorta di Dr. House versione legal, servendomi di una delle sue “folgoranti” diagnosi (spero tu abbia capito a cosa alludo). Sono costretto anche io ad essere ermetico, per evitarmi un clamoroso auto-spoiler (a proposito, grazie per esserti lambiccata il cervello per dire quello che pensavi senza svelare nulla…). Insomma, non so se tu abbia letto il primo romanzo di Carofiglio (dato che non ami il genere), ma nel romanzo, contrariamente alla (brutta) trasposizione televisiva (dove il finale è stato opportunamente “chiuso”), non veniva svelato se l’uomo accusato di omicidio (e processato) fosse colpevole o davvero innocente. Comunque, ritengo un bel successo essere riuscito a “costringere” una non amante del genere (anzi una “odiante”, così cerco pure di usare un linguaggio originale, seppure con risultati assolutamente modestissimi…) ad attribuire ad un legal thriller 4 stellette su 5. E te pare poco?
Un saluto
Michele Navarra

Romanzo "Per non aver commesso il fatto"

Cara Tremalnaik, ti volevo anzitutto ringraziare per il bel giudizio sul mio romanzo, addirittura “divorato” in un solo giorno. Insomma, averti “costretta” a fare le ore piccole per finire di leggermi… beh, è stata una gran bella soddisfazione. “Prosa scorrevolissima e molto piacevole, trama avvincente…”. Cosa chiedere di più ad una recensione? Le tue parole mi hanno fatto immensamente piacere. Davvero. Mi raccomando: se puoi e se ti va, fammi un po’ di pubblicità. Quanto alla tua preoccupazione, non posso purtroppo tranquillizzarti del tutto. E’ vero che, per fortuna, sono situazioni che non capitano molto di frequente, ma… capitano. Ti ricordo, tanto per farti un esempio eclatante, il caso del povero Enzo Tortora, ingiustamente detenuto per anni sulla base delle dichiarazioni di un pentito. Ma potrei citarti tanti altri casi giudiziari, alcuni noti, altri meno (ma altrettanto drammatici). Ad esempio, potrei raccontarti di una vicenda che vedeva per protagonista una (presunta) testimone oculare non ancora maggiorenne, che dopo circa venti ore di interrogatorio, alle tre di notte, aveva finalmente ammesso di aver visto Tizio (il suo fidanzato) esplodere un colpo di arma da fuoco contro una pattuglia in auto dei carabinieri. “Ho visto Tizio sparare all’interno del finestrino… Ho visto distintamente la fiammata provocata dall’arma, puntata alla testa del militare…”, aveva riferito la giovane testimone. Sulla base di quella testimonianza (poi rivelatasi falsa o, in ogni caso, “indotta”), tre persone sono rimaste detenute per più di 900 giorni, finchè, per miracolo, sono stati scoperti i veri autori della strage (ed anche con la loro confessione e tutti i vari “riscontri”, non è stato automatico scagionare le tre persone ingiustamente detenute). Ci si potrebbe interrogare sulle ragioni per cui queste cose possano accadere (quasi sempre comunque a carico di soggetti in qualche modo “sfiorati” dalle circostanze). Io non credo che ci sia malafede da parte dei pubblici ministeri o degli organi di polizia. Credo invece che ci si possa convincere di una tesi investigativa “sbagliata” e poi portarla avanti “ad ogni costo” (ma sempre in buona fede), fino al punto di “costringere” qualcuno ad ammettere di aver visto cose in realtà non viste. Ma stai tranquilla: quando capita, basta rivolgersi all’avvocato giusto!!!
Un saluto
Michele Navarra

Tremalnaik: Per favore.

Per favore ringrazia tanto l'autore da parte mia! Trovo che sia bellissimo poter parlare, anche se per interposta persona come in questo caso, con l'autore di un libro, chiarire i propri dubbi, spiegare le proprie ragioni ed avere anche un riscontro! Darà soddisfazione all'autore ma dà molta soddisfazione anche a me e penso a tutti gli altri lettori, penso! Costringilo ad iscriversi ad anobii, si troverà senz'altro bene!

Tremalnaik
---------------------------- . ----------------------------
Una stanza senza libri è come un corpo senza anima.

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com