scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

"Sulle ali delle aquile" di Ken Follet

Fino a quel momento, la vita era stata generosa con Ross Perot.
Il mattino del 28 dicembre 1978 era seduto al tavolo della colazione nella sua baita di montagna a Vail nel Colorado, e Holly, la cuoca, lo stava servendo.
Appollaiata sul fianco della montagna e seminascosta dall'abetaia, la "baita" aveva sei stanze da letto, cinque bagni, un soggiorno di cento metri quadrati e una "sala doposci" con una vasca Jacuzzi davanti al camino. Era una casa per le vacanze.
Ross Perot era ricco.
Aveva fondato l'EDS con mille dollari e adesso le azioni della società - lui ne possedeva personalmente più della metà - valevano parecchie centinaia di milioni di dollari. Era l'unico proprietario della Petrus Oil and Gas Company che aveva riserve per un valore d'altre centinaia di milioni. E aveva anche grosse proprietà terriere a Dallas. Era molto difficile calcolare quanto denaro possedeva - molto dipendeva dal modo di contarlo -  ma certamente più di cinquecento milioni di dollari e probabilmente meno di un miliardo.  
...

Per la recensione clicca sul seguente link: http://scrignoletterario.it/node/1084

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com