scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

"Prima che il Diavolo se ne accorga" di Jacopo C. Buranelli

Accadde di venerdì.
Non era passato molto tempo dalla vicenda del Colonnello e Giorgio Solari portava ancora i segni di quella brutta storia. Pareva un professore, seduto su quella panchina in piazza Leonardo da Vinci, davanti alla facoltà, e come sfondo il verde
impallidito dal cemento.
Era da solo, solo in tutta la piazza, probabilmente solo in tutta la zona e per un attimo gli vennero in mente le parole di Planet Caravan dei Black Sabbath.
A un tratto comparve lei, vestita come una vera donna. Collant, gonna, maglioncino e camicia bianca. I biondi capelli raccolti. Faceva insolitamente freddo per essere un pomeriggio d’estate a Milano. Nessuno dei due parlò.
Lei si sedette accanto a lui e si accese una sigaretta;
iniziò a fumare con naturalezza.
Tanti nomi le calzavano a pennello, ma nessuno come il suo: Adelaide.
Fu proprio lei a iniziare la conversazione.
«Sono arrivata oggi da Brighton. All’aeroporto non c’eri». Solari non rispose; non si sentiva affatto coinvolto da quel rimprovero.
Adelaide continuò: «Avrei potuto freddarti con un solo proiettile e lasciarti qui a morire».
Avrei e vorrei sono verbi terribilmente simili, pensò Solari.
Finita la sigaretta, la ragazza si alzò con grazia e voltò le spalle facendo per andarsene, ma Giorgio la fermò: «Aidi…»
Adelaide detta Aidi si limitò a interrompere il passo.
«Stasera voglio portarti al Four Season. Fatti trovare lì per le nove». «Mi basterà scendere qualche piano» rispose prima di scomparire nella desolazione della piazza.
Giorgio Solari, pallido e con ancora la prima barba del mattino, o forse l’ultima della sera, rimase seduto su quella panchina per circa due ore, finché il cielo non si fece viola.

...

Per la recensione clicca sul seguente link: http://scrignoletterario.it/node/1094

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com