scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

"Il suono sacro di Arjiam" di Daniela Lojarro

Le prese la mano stringendogliela forte. Immaginava il dolore che provava nel sentire quella melodia, nell'allontanarsi dal luogo che per anni era stata la sua casa e dove aveva pensato di trascorrere il resto della sua vita. Il suo sogno, tutti gli insegnamenti che aveva faticosamente appreso in quegli anni era racchiuso là e lei l'aveva perso, per sempre forse. Attese qualche istante, rispettandone la sofferenza, il bisogno di piangere, ma il pericolo che incombeva su loro lo costrinse a distorglierla dai suoi pensieri e le mise nelle mani le briglie che aveva abbandonato, facendole segno di riprendere il cammino. << Dobbiamo andare, Fahryon>>, mormorò dolcemente baciandola.
Fahryon sobbalzò, come se l'avesse colpita con uno schiaffo e lo fissò turbata e perplessa. Si sfregò nervosamente la fronte, socchiudendo sfinita le palpebre. Poi, in silenzio lo seguì, voltandosi ancora una volta: fra il velo di lacrime che le annebbiava la vista, intavide la sagoma rosa del Santuario e nella sua mente udì risuonare una voce.
<< Apri la tua mente e il tuo cuore: insieme percorreremo questo cammino>>.

recensione al link: http://scrignoletterario.it/node/1136

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com