scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

Silvia Obici - Ipotesi di viaggio

Leggendo “Ipotesi di viaggio” mi sono ritrovata a pensare ad un grande puzzle. L'autrice conosceva l'immagine d'insieme ma l'ha ridotta in numerosi pezzi per poi ricomporla in modo concentrico.
Ulteriore peculiarità è la tridimensionalità. Due mondi ruotano attorno ai personaggi, si intersecano nella trama deludendo, ma in modo positivo, le ipotesi del lettore che resta così sospeso fino agli ultimi tasselli, quando tutto inizia a svelarsi.
Il personaggio principale non è quello che ci si attende. In questo l'autrice ha sconvolto tutti i canoni della scrittura creativa pur rimanendo fedele alle caratteristiche del percorso di cambiamento che ogni personaggio di un romanzo deve fare per poter creare simpatia e alleanza con il lettore.
Anche il fattore temporale influisce sull'originalità del romanzo. Numerosi flash back aiutano il personaggio a ritrovare il senso di se stesso e il lettore a ricomporre il puzzle.
Considero “Ipotesi di viaggio” un romanzo “sorpresa”, originale non tanto nella tematica quanto nel filo conduttore spiazzante. Come se l'autrice avesse volutamente fatto seguire al lettore un percorso sbagliato per poi riportarlo sulla giusta strada attraverso una via che solo lei conosceva.

Nadia

Per l'assaggio clicca sul seguente link: http://scrignoletterario.it/node/1199

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com