scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

Flavio Pagani - Lapsus

Ho utilizzato il tag "favola" per questo romanzo perchè è raccontato in maniera bislacca, una favola dietro l'altra. In fondo, il protagonista è un favoliere.
Questo mio parere e il modo di raccontare dell'autore, non sminuiscono per nulla il romanzo poichè le favole in fondo sono filosofia e tra le pagine ho scoperto e copiato in nota molte frasi. Forse è uno dei libri in cui ne ho segnate di più.
L'impaginazione e la grafica seguono esattamente i personaggi dando una caratterizzazione in più al libro. Ci sono pagine bianche laddove l'autore vuole dimostrare una mente vuota o uno spazio libero. Altre pagine nere richiamano il buio, forse ancora il vuoto nel suo contrario del bianco. Frasi al contrario, in girotondo, a forma di viso per descrivere un personaggio... Insomma, un libro folle e lucido al contempo, divertente e commovente dove un favoliere fugge per aver decapitato il fratello di un illustre, l'illustre lo cerca mentre si compra tutta la città con leggi su misura, la moglie e la figlia che vanno incontro al loro destino in mezzo alle favole della vita, basta chiudere gli occhi in un mondo in cui spazio per sognare non c'è più. Una signora con il foulard e nella sporta una baghette, un uomo con la coppola per non farsi scappare le idee. Non ci sono nomi, solo caratteristiche e non si sa se i personaggi sono gli stessi sempre (poichè li si incontrano ovunque) o sono molti di più.
Un romanzo da leggere. Favole da raccontare. Dove il lupo non sempre è il cattivo di turno.
Nadia

Per l'assaggio del libro clicca il seguente link: http://scrignoletterario.it/node/1244

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com