scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

Gianpaolo Rugarli - Il Superlativo assoluto

Siamo un popolo di santi, eroi e poeti. Ciascuno dunque, naturale, conserva qualcosa di suo nel cassetto. Anche la signorina Adelaide Toro, infermiera a riposo, trepida anima ignara di retorica e di astuzie letterarie, osa affidare alla narrativa una vita verginale. E timidamente, sottopone il suo romanzo - “Il superlativo assoluto”, appunto – al professor Edmondo Sorge, direttore editoriale di una grande casa editrice, insediato in un mastodontico edificio-leviatano …
Il racconto di Giampaolo Rugarli, napoletano, classe 1932, si dipana intorno all'esito degli incontri fra Adelaide e Sorge, dai quali dipende la sentenza di assoluzione sulla vita della donna, e forse molto di più.
Stando a ciò che dice Cechov, se al principio di un racconto appare un fucile appeso a un muro, è indispensabile che a un certo punto quel fucile spari. E un finale a sorpresa, visionario e agghiacciante, ma premonito da mille indizi fra le righe pare annunciare che fra i due si è giocato un gioco più alto, più serio e terribile (un po' alla maniera di Kafka) …

di Fabrizio Chiesura

Per l'assaggio clicca sul link: http://scrignoletterario.it/node/1363

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com