scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

"I Guardiani della Notte" di Riccardo Mainetti

di Riccardo Mainetti
Barcellona, la canicola e commoventi guardie notturne

Stavolta il nostro Giro del Mondo in non si sa quante storie ci porta in Spagna...
L'anno scorso infatti la mia vena di Giramondo e, soprattutto c'è da dire ad onor del vero, la mia combriccola di Allegri Gitanti, mi ha portato a fare un viaggio che ha toccato alcune delle più belle ed affascinanti città spagnole...!!!
Si è andati dal sud della Spagna, Granada e Siviglia ad esempio, in cui "regnava" un caldo stupendo, visto dal mio punto di vista (!!!), degno del Deserto del Sahara, con temperature diurne ampiamente sopra i 40 °C, tanto che in alcuni negozietti erano in vendita magliette sulle quali campeggiava la famosissima formula di Albert Einstein E = mc^2, dove il cosiddetto "accento cappellino" sta ad indicare l'elevamento a potenza (il programma che uso è fantastico per scrivere i racconti e pubblicarli "in presa diretta sul blog ma non ho trovato il modo di posizionare i caratteri all'apice!!!)...
Scusate riparto da capo perchè altrimenti mi perdo...
Niente paura non comincio la storia intera solo il "pensierino" delle magliette...
Dunque...
Su queste magliette la formula di Einstein era "tradotta" in Espana = mucho calor^2...!!! ^_______________________________________^
Lasciato il sud della Spagna ci siamo spostati in zone a clima più mite, clima che venendo da quelle zone "desertiche" pareva essere freddo...!!!
L'ultima tappa di questo nostro viaggio, che ci ha portati a visitare ad esempio, Toledo, Madrid e Saragozza, è stata nella splendida Barcellona...!!!
Qui tra giri guidati della città con visite ai principali monumenti di Gaudì e dei luoghi più caratteristici e passeggiate in libertà abbiamo trascorso due giorni fantastici...!!!
L'ultima sera, dopocena, a me e ad un gruppo di compagni di viaggio, è venuta l'idea di farci un ultimo giretto nei pressi dell'albergo...!!!
Albergo che era posto nelle immediate vicinanze di due delle "Case di Gaudì": la Casa Batlò e la Casa Milà ed a pochi minuti dalla famosa Rambla e quindi in una delle zone, non solo più centrali ma anche più belle della splendida città catalana...!!!
Città che, come ho già avuto modo di dirvi in una precedente storia, è una delle città in cui, se mai dovessi sparire, potrete provare a cercarmi o immaginarmi...!!!
Bene...!!!
Quella sera mentre si stava rientrando dal nostro giro digestivo, nei pressi della Casa Batlò, abbiamo assistito ad una scena straordinaria nella sua semplicità...
Una senzatetto che, comparsa praticamente dal nulla, si è andata a sistemare sopra ad una panchina ed ha cominciato a prepararsi il giaciglio per la notte con alcuni cartoni.
Dalla sua "postazione" l’ho immaginata come una specie di "Guardiana della notte barcellonese" la quale, quando tutti gli altri dormono ritirati nelle proprie case vigila con la propria presenza in modo che la notte possa essere tranquilla.
E come lei anche altri suoi "colleghi di strada", ognuno dalla propria "postazione".
La notte perchè poi di primo mattino, come mi è stato detto da qualche "avventuriero" del nostro gruppo, prima del sorgere del sole, lascia il proprio "posto di guardia" scomparendo tra la folla che comincia a gremire le strade di Barcellona; pronta a ritornare la sera per riprendere il proprio posto di vedetta...!!!
Riccardo Il Giramondo

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com