scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

"La rossa" di Riccardo Mainetti

di Riccardo Mainetti
di nuovo la Spagna con gli occhi e la scrittura di Riccardo il Giramondo

No, niente fidanzate in stile Rita Hayworth...!!!
La Rossa del titolo è uno dei più bei palazzi spagnoli...
La Alhambra...!!!
Perchè allora ho titolato questa storia spagnola "La Rossa", vi starete chiedendo...?!?!?!
No, nessun ammattimento da parte mia...!!!
Non più di quanto già non sia comunque...!!!
Il motivo è presto detto...
Ho titolato questa storia "La Rossa" perchè così si chiama, nell'italica lingua, questo fantastico palazzo...!!!
Si tratta di una costruzione di stile moresco, come ci ha diffusamente spiegato la nostra strepitosa guida locale, come ricorderete in Spagna era d'obbligo che la "Guida Generale" del gruppo fosse affiancata, città per città, da una Guida Specifica Locale, Manolo.
Quindi, in una mattinata radiosa eccoci tuffati nelle Mille ed una Meraviglia di questa antica fortezza...!!! ^____________________^
Qui, tra un panorama e l'altro , e tra un'immersione nel verde più brillante ed un'altra negli splendidi cortili e patii abbiamo trascorso una fantastica mattinata di fotografia, cultura e storia antica granadese (si dirà così? Boh!!!)!!!
Tra le curiosità che Manolo ci ha rivelato circa l'Alhambra, così chiamata perchè realizzata con un tipo di pietra che, al tramonto, conferisce alla costruzione una tonalità rossa, ce ne sono un paio relative all'arredamento d'interno dell'Alhambra...
I pavimenti innanzitutto realizzati in terra cotta e lasciati spogli per mantenersi freschi, caratteristica questa molto apprezzata specie in luoghi CALDI (!!!) com'è Granada...!!! ^___________________________________________^
Poi le piastrellature delle pareti poste ad altezza stinco in modo da poter essere utili alle persone, soprattutto uomini visto che le donne avevano il loro luogo di ritrovo, per così dire, che si sedevano nella stanza e che appoggiandovi la schiena potevano godersi un ulteriore refrigerio...!!!
Poi, altra curiosità rivelataci dal sapientissimo Manolo è quella che riguarda i colonnati dei cortili ...
"Come mai alcune colonne sono singole, alcune doppie ed alcune altre triple?", ha chiesto uno dei miei Compagni di Viaggio.
"Il motivo di questo fatto", ha risposto Manolo, "è legato al fatto che gli architetti arabi, nelle proprie costruzioni si ispiravano al mondo naturale. E quindi, visto che in natura le palme non crescono tutte ad una ad una ecco che gli architetti arabi incaricati di progettare e realizzare l'Alhambra hanno deciso di ispirarsi proprio a questa particolarità nella realizzazione di questi colonnati!!!"
Un'ultima "chicca"...
Mentre ci trovavamo in una sala e stavamo ammirando i motivi decorativi di certe piastrelle che correvano per l'intero perimetro della sala, motivi perfettamente identici una piastrella con l'altra, ed alcuni di nuovi si stupivano di questa assoluta precisione e si dicevano: "Eh!!! Certo che gli architetti arabi che hanno realizzato questo posto...!!!", Manolo se n'è uscito con una rivelazione sorprendente: "Ho sentito che alcuni di voi parlavano delle piastrelle che decorano questa sala, ammirandone la maestria della realizzazione e chiedendosi i tempi di realizzazione di tale lavoro. Bene! Dovete sapere che ai tempi in cui venne realizzata l'Alhambra gli arabi erano impegnati in varie guerre e battaglie e quindi il tempo da dedicare ad altre faccende scarseggiava; quindi gli architetti cos'hanno fatto? Hanno realizzato la prima delle piastrelle di questa stanza, poi ne hanno fatto un calco e con quel calco hanno proceduto a decorare il resto della stanza, riuscendo ad ultimare l'opera molto velocemente!!!"
Praticamente hanno dato vita al primo copia-incolla della storia!!!
E poi c'è qualcuno che afferma che "Certe cose (specie quelle rese famose dall'avvento dell'informatica) una volta non c'erano!!!"
Scommettiamo??? ^__________________________________________________________^

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com