scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

Claudio Martini - I racconti del ripostiglio

Il romanzo è strutturato in più racconti che Giovanni, il protagonista, ritrova nel ripostiglio della propria casa.
Inizia così la ricerca del o degli autori fino a ritrovarsi dentro ad un gioco che spingerà Giovanni a scrivere lui stesso, forse, in fondo, a ritrovare se stesso attraverso la lettura prima e la scrittura poi.
I racconti narrati descrivono peridodi diversi, luoghi diversi, anche molto lontani, ma con un unico grande fattore comune: il tempo. Sotto forma di memoria, del suo trascorrere, delle soluzioni per arrestarlo o raddoppiarlo.
Ci si ritrova in questo romanzo, in uno o più racconti, sporadicamente qua e là ed è forse questo che tiene legato il lettore alle pagine del libro quasi sorprendendosi, esattamente come succede al protagonista, di come possa l'autore raccontare o conoscere pezzi della sua vita. Così, esattamente come il Tempo, il vissuto di ciascuno, da ciò che sentiamo a ciò che vediamo, diviene fondamento del romanzo stesso.
La scrittura è scorrevole, a volte occorre rileggere il capoverso, ma è quando ci si riconosce, o la frase è più bella, più incisiva, più portatrice di un messaggio personale, o, infine, richiede una maggiore riflessione.

Nadia Zapperi

Per un "assaggio" del libro clicca sul link http://scrignoletterario.it/node/346

Recensione di Carla Casazza

E' un viaggio multiforme il libro di Martini: viaggio nel tempo, nei luoghi geograficamente e
culturalmente lontani da noi, viaggio nelle consapevolezze e disperazioni della vita attuale.
Viaggio - ancora - nella letteratura e nel cinema perchè la storia è ricca di citazioni ed ammiccamenti a libri e film celebri ed evocativi.
Una storia che contiene tante altre storie, come un caleidoscopio di esperienze e sofferenze che via via compongono il bagaglio umano del protagonista, lo arricchiscono, gli permettono di leggersi dentro.
La trama, in sè, è semplice: Giovanni, impiegato quarantenne intristito dalla routine, trova per caso alcuni racconti nel ripostiglio di casa. Leggendoli cerca di capire chi ne è l'autore, o gli autori, fino a quando si troverà direttamente coinvolto in un gioco strano e misterioso.
Ma la magia della storia sta tutta nella capacità di rendere tangibili i sentimenti, di penetrare la superficialità di eventi all'apparenza banali ma carichi di significati nascosti, come le scatole cinesi che celano al proprio interno possibilità sempre nuove ed inaspettate.
Cosi anche per Giovanni si intravedono nuove strade, nuovi percorsi mentali, che disveleranno il loro esito solo nel finale.

Carla
http://cartaecalamaio.splinder.com/

"I racconti del ripostiglio"

Bel libro! Mi sono gustata la scrittura e la struttura originale, diversa dal solito.
La trama è intersecata da racconti, tutti a sé stanti e diversi tra loro, ma che hanno in comune il protagonista e la sua vita. Ho trovato piacevoli anche i riferimenti all’America Latina ed al suo stupendo popolo. In particolare mi è piaciuto l’ultimo racconto “Ipertempo”, che mi ha fatto riflettere sull’uso del mio tempo quotidiano…interessante, veramente interessante!

Grazie a Nadia, Carla e

Grazie a Nadia, Carla e Claudia per i commenti al mio testo. W.

Per writer

Grazie a te. Scrigno è un contenitore di letteratura preziosa, se hai voglia e tempo di inviarci qualcosa sei il benvenuto.

---------------------------- . ----------------------------
Una stanza senza libri è come un corpo senza anima.

Grazie a te per averci

Grazie a te per averci regalato una buona lettura! :-)

Carla
http://cartaecalamaio.splinder.com/

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com