scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

"Le faremo sapere - Guida semiseria al mondo del lavoro" di Famularo Massimo

Incipit alternativo: la fine degli studi

Alla fine ce l'hai fatta! Dopo lunghi anni di sacrifici e duro lavoro hai finalmente raggiunto la meta agognata. Laurea, diploma, licenza media, abilitazione o altro titolo che sia i tuoi sforzi sono stati ripagati. Ce l'hai. Col massimo dei voti, la lode e il bacio accademico oppure col più stentato dei minimi, non fa molta differenza. Ti guardi intorno come Cristoforo Colombo che mette piede sul nuovo mondo e alzati gli occhi al cielo grida all'universo: -Avete visto che avevo ragione io? Devi ancora metabolizzare l'idea, probabilmente ti ci vorrà qualche giorno. Amici e parenti t'inondano di frasi di circostanza sull'importanza di questo momento tipo: “sei giunto a una svolta fondamentale…”, “…a questo punto dovrai rassegnarti a crescere”, “è arrivato il momento di darsi da fare…” In pratica una caterva di cazzate: in questo momento non sentiresti neanche il padreterno che annuncia il giudizio universale. Sei frastornato, confuso, spaesato. Detta per le spicce: non capisci più un cazzo, hai dato fondo a tutte le tue energie per raggiungere il tuo obiettivo, per tutte le riflessioni e considerazioni del caso ci sarà tempo domani. Oggi sei il padrone del mondo e le beghe dei comuni mortali non ti possono toccare.
Non ti riesce di stare tranquillo, l'ansia e la pressione degli ultimi giorni ti sono rimaste addosso. La tua testa è un alveare impazzito di pensieri turbinanti: c'è da organizzare la festa, c'è da avvertire gli amici, devi prepararti per un giro del mondo catartico e purificatore o per un'altra vacanza mirabolante oppure semplicemente devi accingerti in modo scientifico e meticoloso a calarti in un lungo e gaudente periodo di cazzeggio in cui mettere a folle il cervello e lasciarti andare in caduta libera. Oppure, se veramente qualche rotella ti è finita fuori posto, potresti essere impaziente di andare a lavorare. Al momento mi astengo da qualsiasi commento in merito per non diventare offensivo, tanto tra qualche pagina ti pentirai amaramente di questo folle proposito. Inoltre, non è questa la sede per giudicarti, probabilmente sei un fanatico dopato iperattivo, magari adepto dei culti managerial-rampanti. Se a trenta anni avrai l'ulcera, a trentacinque l‟esaurimento nervoso e a quaranta una vedova allegra si consolerà con le stock option della tua liquidazione saranno solo cazzi tuoi. Per il momento sei agitato come una faina scoperta in un pollaio e il mondo ti gira intorno come una giostra impazzita. Le ore e ore che sembravano interminabili sui libri o davanti al computer, per portare a casa una magra sufficienza o per mantenere lo status di studente modello, ti sembrano adesso più lontani delle stelle e già scintillano nella memoria come supernovae morte da un fantastiliardo di anni.

...

Per la recensione clicca sul link: http://scrignoletterario.it/node/398

Te ne accorgerai!

Eduardo De Filippo diceva: Gli esami non finiscono mai!!!

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com