scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

Ubaldina Mascia - L'ultima donna della Terra

In un futuro che potrebbe essere più prossimo di quanto pensiamo, la follia degli uomini li spinge ad autodistruggersi inseguendo deliranti progetti di predominio spirituale sull'universo. Dalla Terra scompaiono tutti gli esseri umani. Tutti tranne Rachele, così aggrappata alla vita da resistere alle assurde teorie che hanno dato vita all'autodistruzione di massa.
Inizia in questo modo L'Ultima donna della terra, originale romanzo di fantascienza dell'esordiente Ubaldina Mascia.
Una fantascienza innovativa che strizza l'occhio alle teorie evolutive e alle leggende legate al mito di Atlantide.
Proprio dal continente scomparso arrivano, dopo anni in cui Rachele ha vissuto completamente sola sul suo pianeta, alcuni rappresentanti di questo antico popolo che vagavano per lo spazio alla ricerca di nuove colonie.
E' così che Rachele riscopre la condivisione con altri esseri umani e si ritrova ad affrontare emozioni che credeva sopite per sempre, in particolare nei confronti di Atlaghenes, il capo spedizione degli atlantidei, alla ricerca di sè stesso e di una fisicità che vagando nello spazio è stata a lungo soffocata.
Non voglio anticpare altro perchè la scansione narrativa è resa avvincente grazie ai continui colpi di scena che si susseguono nella storia e tengono il lettore incollato alle pagine fino alla fine.
Trovo particolarmente interssante la "filosofia" che ispira il racconto e riesce a legare, con citazioni e richiami, la genesi con le leggende legate ad Atlantide. Appassionante la teoria della razza originaria della Terra identificabile in quella nera, contaminata negli anni dai bianchi atlantidei provenineti - allora come nel presente - dallo spazio: contaminazione che diede origine a tutte le altre razze terresti.
Altrettanto interessante la caratterizzazione che dà l'autrice ai personaggi, con Atlaghenes e la sua gente che paiono creature angeliche, i rifugiati nella sommersa Atlantide che si credeva disabitata ridotti a demoni crudeli, e al centro Rachele, un po' angelo etereo e un po' carnale creatura appassionata. Una donna, insomma.
E non a caso ad essa è affidato il compito di salvare la Terra dall'estinzione.

(Carla Casazza)

Per un assaggio del libro clicca sul link seguente: http://scrignoletterario.it/node/461

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com