scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

Andrea de Carlo - Durante

Andrea De carlo è nato nel 1952 a Milano e vive sulle colline quasi inesplorate dell’Italia centrale. Appassionato di storia, di musica e di viaggi, ha cominciato a scrivere durante gli anni del liceo. Dopo aver scritti due romanzi rimasti impubblicati, il suo primo romanzo, Treno di panna, pubblicato nel 1981, riscuote uno straordinario successo. Da allora non ha smesso di scrivere romanzi, sempre travolti da successo, che lo hanno portato ad essere uno dei migliori romanzieri italiani viventi. Ha collaborato anche con registi che hanno segnato la storia del cinema italiano come Federico Fellini e Michelangelo Antonioni. I suoi romanzi, tradotti in 21 paesi, sono: Treno di panna (1981), Uccelli da gabbia e da voliera (1982), Macno (1984), Yucatan (1986), Due di due (1989), Tecniche di seduzione (1991), Arcodamore (1993), Uto (1995), Di noi tre (1997), Nel momento (1999), Pura vita (2001), I veri nomi (2002), Giro di vento (2004), Mare delle verità (2006), Durante (2008).
Con Durante (440 pagine, 18 euro, Bompiani), De Carlo, offre ai suoi lettori la sua quindicesima fatica. Un romanzo caratterizzato da una scrittura lineare e concisa, in cui utilizza una dovizia di particolari fuori dal comune nel descrivere anche le più piccole situazioni ed i personaggi secondari. De Carlo, come sempre, si dimostra abilissimo nel mettere a nudo le debolezze e le insicurezze dei suoi personaggi, che inevitabilmente si spogliano delle loro certezze, rivelando i caratteri più nascosti delle loro personalità. In Durante, la scrittura dell’autore milanese permette ai lettori di vedere ben oltre l’apparenza delle parole stesse e del loro significato primo, raccontando la storia attraverso Pietro, il narratore, che insolitamente non rappresenta il personaggio chiave della storia, descrivendo ogni evento dai suoi punti di vista, carichi di riflessioni interiori e intrisi di un critico sguardo alla vita e a ogni improvviso cambiamento.
Durante è un personaggio straordinario, che dà sempre l’impressione di conoscere le ragioni più profonde dietro ogni cosa, dotato di una incredibile sincerità senza filtri, è un tipo che dice la verità così come la vede, anche quando fa un po’ male. È un uomo che si accontenta di poco e che vive vagabondando tra amici e storie sparse in giro e ogni volta trascinando con se il mistero dell’imprevedibile.
De Carlo descrive tutti i personaggi del libro come ostaggi di quello che cercano nella vita senza riuscire a trovarlo mai anche dopo lunghi anni di sforzi e convinzioni mentali. La sua vena espressiva, con questo romanzo forte e struggente, raggiunge un punto molto alto. La sua vera forza narratrice consiste nell’analizzare con estrema attenzione le dinamiche delle situazioni che sconvolgono a turno le vite dei vari personaggi, rendendo il lettore partecipe degli avvenimenti e nello stesso tempo riservandogli puntualmente una giusta dose di suspense.

di Daniele d'Agostino

Per un assaggio del libro clicca sul link seguente: http://scrignoletterario.it/node/483

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com