scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

"A cup of tea" di Leila Mascano

di Leila Mascano

Lasci, signore, che io la droghi
con una tazza di tè.
Osservi la natura femminile
della tazza,
la sua forma accogliente,
i manici come le braccia
della Maya, nel mio caso vestida.
Le offro una lingua
di gatto, con la punta
intinta
in fine cioccolato
che si scioglie lentamente in bocca
giacché sono i piaceri lenti che c'incantano.
Scelga tra lo zucchero
raffinato o di canna.
La prego lo lasci
scricchiolare tra i denti.
Dopo aver scelto zuccheri il suo tè
senta scendere dentro
un calore che scalda
una dolcezza che incanta.
Offuschi un poco
la sua visione chiara delle cose
in questo tenue vapore
Mi guardi sopra questa tazza
in cui potrebbe annegare.
Guardi i miei occhi - lo giuro,
potrebbe annegare anche in quelli.
Potrei se volessi
fermare il suo orologio
e per chissà quale diavoleria
farle perdere un po'
del suo tempo prezioso,
per farle perdere qualcos'altro
( un treno, la testa, il cappello )
e le farei un gran favore
ma mio caro, come potrebbe ripagarmi?
Non voglio soldi,
né sesso, né cose
più o meno tangibili
che mi può dare
ma l'avverto, mentre rifiuta il mio tè
un pezzetto della sua anima
scivola nella mia tasca.
Giungiamo dunque a una tregua
che soddisfi entrambi.
Lipton, Classic, Earl Gray,
o come che sia
un tè è un tè è un tè
come per Ronsard la rose
est la rose est la rose.
Non diamo nomi a quel che c'è
se c'è se c'è se c'è
e se ci va ogni tanto,
pour quoi? Pour amitié?
Beviamo insieme un tè.

A cup of tea

Un erotismo delicato e sottile, un’eleganza d’altri tempi, il profumo di una rosa . Come si può ripagare questa tazza di tè se non con un pezzetto della propria anima?

Grazie, volentieri

Anzi, molto volentieri

Va bene per il tè.

In parola dunque. Rigorosamente in una sala da tè.Altrimenti la presenza sempre più invadente dei leprotti trasformerebbe il nostro tè nel Tè del cappellaio matto, con tanto di orologi imburrati. Ieri a cena avevano ospite il Bianconiglio. C'è un vecchio film con James Stewart ( forse ) dove lui ha come miglior amico un coniglio che si chiamava Harvey, ma lo vede solo lui.Devo preocccuparmi? No, no, sono proprio qui!Non sono i miei "migliori " amici, ma mi accontento. I miei amichetti hanno decretato che sono una lepre, di genere marzolino. So anche che come lepre ( da certi discorsetti sottovoce )mi considerano bruttina, ma mi vogliono bene lo stesso. Non oso pensare a quel che sarebbela mia vita se mi detestassero!

lepri e leprotti

Volavo sul grande fiume quando ho sentito i leprotti che parlottavano: "E' ospitale, anche se potrebbe comprare più carote, e racconta belle storie ma io una lepre marzolina così bruttina non l'avevo mai vista con quelle orecchie corte, quelli occhi frontali, quasi senza incisivi... e quel labbro, vogliamo parlare del labbro?.....e le zampe? non mi stupisco che le copra...a volte sembra umana... ma in fondo è simpatica.... che dite rimaniamo? ma si sennò come farebbe senza di noi..." questo ho udito e te lo riferisco parola di gabbiano zampa sul cuore

Pettegoli

Lo so, lo so, i leprotti sono pettegoli ma di buon cuore. Mi hanno detto che non fa niente se sono una lepre bruttina, l'importante è che so farmi voler bene, e loro chiudono un occhio e me ne vogliono. Ma non devo farmi illusioni: nessuno chiuderebbe tutt'e due per chiedere a loro la mia zampa.

Zampa di lepre

E' universalmente noto che le zampe di coniglio/lepre portino fortuna (a parte al loro sfortunato ex possessore) e questo apre il discorso. Continuo ad essere un vecchio gabbiano che ti conosce poco ma su una cosa concordo con i leprotti: sai farti voler bene. Perché mai chiudere tutte e due gli occhi di fronte a lei Lady Leila? Volando nella neve sempre suo.....

Neve

Stamattina alle otto meno venti ero a Porta S.Sebastiano, dalle parti dell'Appia Antica. E' un bel posto, un po' isolato, pieno di alberi. Per qualche minuto non sono passate automobili ed io ero sola a percorrere, in un gelo intenso, l'antichissima strada, in un silenzio ovattato, irreale. Il cielo era grigio e basso, bassissimo, e all'improvviso è esplosa la neve. E' proprio esplosa, fitta da non vederci quasi, una neve a grandi falde, che scendeva silenziosa e leggera, dapprima sciogliendosi sul terreno, ma cominciando rapidamente ad accumularsi. Avevo le mani gelate, una cartella pesante, la borsa, l'ombrello e i soliti pensieri. All'improvviso ho cominciato a ridere, ho dovuto fare uno sforzo per non mettermi a correre abbandonando cartella e pensieri. Ma correre dovevo davvero, per raggiungere i "miei " ragazzi, che forse la neve non l'avevano mai vista. Infatti erano alle finestre: " It's snowing!" mi hanno gridato, la neve non l'avevano mai vista, c'era la stessa gioia, la stessa allegria sulle loro facce...Sì, la neve a Roma è un disastro, un danno, paralizza il traffico, si gela, si sporca ed è brutta e inutile...tutte queste considerazioni le ho fatte anch'io, ma per un attimo ho avuto dieci anni, e così i miei cari ragazzi, che ne hanno oltre venti. Mi dicono concitati che nel loro paese la neve non c'è, ed io ribatto: "Tranne che sul Kilimangiaro..." " You know everything!" Lo pensano davvero. Cerco come posso di rispondere ai loro perché. Ai miei non so trovare, per ora, una risposta.Mi amano, con una semplicità che mi commuove.La gratitudine per quello che faccio per loro, cioè insegnare, è grandissima, oltre alla gioia condivisa di stare insieme. Loro batterebbero le mani per Campanellino, e così Peter, il Gabbiano, i Leprotti. Così i piccoli orsi, che tacciono per malinconia. Così le mente e l'uccellino d'inverno, e l'allodola che non sento più, ma che un giorno riprenderà forse a cantare.

Poesia

E' prerogativa dei grandi poeti riuscire a trasformare un evento, per quanto nefasto, in meravigliosa poesia!

Leila delle nevi

Mi hai emozionato.....
P.S. Grazie del passaggio all'Isola....

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com