scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

"Un altro autunno" di Giuliana Barontini

di Giuliana Barontini

Il nuovo autunno si affaccia
prepotente
con la virilità apparente
di un maschio palestrato e ci mostra con orgoglio
i suoi frutti
sulla terra e nel cielo

Lui , cosi tiepido tenero
nello sbrogliare giorni nel tempo
adesso
arriva arrogante nel fresco di un vento quasi freddo
audace

Il colore che primeggia da subito è rosso fuoco
tagliando fuori i gialli ocra i verdi tenui
dolci riposanti colori
per gli occhi e la mente

Quasi con furia
si presenta
lambisce prepotente
anche la pelle
che al contatto si ritrae
cercando l'ultimo raggio caldo del sole

Piove e tutto quel falso lucido
travisa ogni cosa
Le foglie secche nei viali
tremano incredule
lasciandosi trascinare nel vortice
senza nessuna resistenza apparente

Dove sono le tue tiepide giornate Autunno...

Dove il venticello indiscreto
che leggero scompigliava i capelli in riva al mare

dove sono finiti i tuoi dolci tramonti
dove, le nostre ultime speranze
di godere ancora
dei resti di una calda estate

Tutto muta,tutto si confonde

Anche i ricordi svaniscono
portati lontano dalla malinconia

RIcordi di un altro tenero autunno
si tuffano nell'arroganza
di questi giorni di tempesta

La mente cerca parole
pensieri attimi
di una fine annunciata troppo presto

Poi sottomessa si adagia
non paga
su gli echi di di una stagione finita
sui rari sprazzi di luce

nel grigio tappeto del cielo.

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com