scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

"Senza tempo" di Francesco Pomponio

di Francesco Pomponio

Grossi fiocchi di neve scendevano oltre le sbarre. Il frate sedeva vicino all’uomo con la barba incolta.

“Dunque, quale era il tuo dubbio, figliolo?”

L’altro attese prima di rispondere, si alzò e, salito sulla panca, si affacciò a guardare nella piazza.

“Mi chiedo, padre, se non sia peccato di orgoglio affermare che per creare noi uomini ci sia voluto un Essere Superiore.”

Il frate non rispose, scosse la testa e uscì, col viso triste.

“Vorrei essere un gesuita, per saperti rispondere, ma entro stasera lo saprai ugualmente.” pensò allontanandosi, mentre la porta veniva richiusa.

Fuori, sotto la neve, la gente ammucchiava fascine attorno al palo.

La piazza cominciava ad affollarsi di curiosi per l’esecuzione del pomeriggio, mentre il cielo grigio si sfaldava a pezzettini.

Senza tempo

Forse neanche un gesuita avrebbe saputo rispondere. L'immensità dell'Universo è cosa grande e sublime! Non c'è al mondo religione, ipotesi, teoria che possa imbrigliare il mistero, la trascendenza, l’enigma. L’incisivo racconto, come un breve filmato, scorre davanti alla mente e la domanda si affaccia spontanea: Non manchiamo di rispetto alla grandezza della Natura cercando di soggiogarla ai nostri reconditi desideri, alle nostre paure mascherate di religiosità?

Senza tempo

Conoscevo questo breve racconto e già ho scritto altrove che ne ammiravo la sobria incisività. Non c'è rabbia nel condannato, sono una sconfinata malinconia. Credo che la sua domanda ce la siamo posta tutti, e non c'è risposta. Ci sono momenti in cui tutto è freddo e lontano, come quel cielo grigio che si sfalda a pezzettini, immagine poetica veramente bella.

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com