scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

Stefano Messi

"Il Guascone e la luna" di Stefano Messi

IL GUASCONE e LA LUNA

Mi sento un po' Cyrano in questa situazione,
ho rime da poeta e l'animo Guascone,
rifulge la premura e il puro sentimento,
per esserti vicino mi fonderei col vento.

Qual brezza sfiorerei gli splendidi capelli,
cercando le manine e gli occhioni tuoi si belli,
I tuoi piedini andrei sovente accarezzando,
spostandomi quà e la e il corpo tuo baciando.

"Pasquino" di Stefano Messi

PASQUINO
-
-
Io son Pasquino e dal cinquecento,
son testimone del gran fermento,
che in seno al popolo ha serpeggiato,
di bocca in bocca fu sussurrato.

E s’infuriavano gli allor “potenti”,
scomunicando gli impenitenti,
che osando scrivere quegli empi versi,
li avean dipinti cosi perversi!

Pur minacciate assai di morte,
le “Pasquinate”, sempre risorte,

"Un abbraccio" di Stefano Messi

Un Abbraccio

Io ti abbraccio mentre taccio,
e al momento che lo faccio,
chiudo gli occhi un pochettino,
e Ti scruto da vicino….

I rumori circostanti,
sembran tutti più distanti,
percepisco il tuo calore,
sento i battiti del cuore,

stringo forte e delicato,
odo il fremito che hai dato,
le mie guance tra i capelli,
sulla schiena i polpastrelli.

Essi avvolgono pian piano,

Condividi contenuti
Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com