scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

Frank Spada

"Lavorare stanca" di Frank Spada

Oggi è il primo maggio, e non sopporto i piedi che mi hanno calpestato, imbottigliato, graduato in sospensione tra gli impalcati eretti sulla terra, nuda, compensati dai filari che inacidiscono il piacere aumentando a dismisura, come fossero scaffali, incrociati lignei tra le stoppie, a segnalare i loro nomi sulle sepolture.
Se morirò di luce, toglietemi gli occhiali, se sarà notte lasciatemi dormire.

Umbra Non Tempus Redit

Umbra Non Tempus Redit

e Lui si chiede se Udine ha scoperto che un architrave collega due pilastri.

Mentre un incollaggio colloquiale, con Mr. John Atta, ha confermato:

a) il calendario del 2014 è andato a ruba.

b) i clienti della Libreria storica, tre volte tre Tarantola, hanno appeso a una puntina un giravolta che giorno dopo giorno aumenterà il valore iconografico del tempo.

c) ... dì, e via così (considerando che in friulano Lui vuol dire Luglio).

E ora, Mr. John Atta, che ne sarà di noi?

Giovanni Tavoschi tra i libri della Tarantola....

https://plus.google.com/u/0/101990859122513353884/posts/2jDiQtpHyUE

E un'altra libreria che chiude...

Frank Spada a Cesena

Lo scorso week end a Cesena si è tenuta la prima fiera del libro dell'editoria indipendente. Un'occasione per ritrovarsi e curiosare tra i libri di autori emergenti coraggiosamente pubblicati da editori che ancora credono nella cultura a vasto raggio e non solo in quella commerciale (che cultura troppe volte lo è poco)e guidata.
Alle 11 di domenica 14 Aprile è stata presentata l'antologia "Romagna scrive" edita da Il violino edizioni nella Collana Romagna. Nata da un concorso letterario in collaborazione con Scrivendo Volo, l'antologia raccoglie i 30 migliori racconti a tema libero.
Gli autori hanno in maggioranza una caratteristica comune: sono romagnoli o sono in qualche modo legati al territorio della Romagna. Tutti tranne uno: Frank Spada con il racconto Traverse e traversie, si aggiudica un posto tra i trenta vincitori. Friulano convinto si intrufola dappertutto con la sua scrittura accattivante e non perde mai un colpo. Applauso a Frank con la speranza che continui a scrivere e a farsi conoscere da un numero sempre maggiore di lettori.
L'antologia "Romagna scrive" è acquistabile nelle principali fiere della piccola e media Editoria e sui principali book-store online oltre che su ordinazione in tutte le librerie italiane.
CONSIGLIATO.

Primo d'Aprile... un pesce di nome Spada

A ritroso, da oggi a ieri, la Bibliografia essenziale aggiornata al 31 Marzo 2013 del Pesce più famoso di Scrigno: Spada Frank :)

2013
- “Andata e ritorno. Round trip”, in Sole Nero a Roma, a cura di Mario Quattrucci, Roma, Robin Edizioni, 2013, pp. 91-106 (ISBN 978-88-6740-119-2)

2012
- “Onda di piena”, in Parole Folli, Rimini, Fara Editore, 2012, pp. 92-96 (ISBN 978-88-97441-15-1)

2011
- Doppio Marlowe. Liscio e senza ghiaccio, Roma, Robin Edizioni, 2011 (ISBN 978-88-7371-816-1; anche in formato eBook)
- “Processi evolutivi”, in I Quaderni del Falcone Maltese 2011, a cura di Pasquale Pede e Mario Quattrucci, Roma, Robin Edizioni, 2011, pp. 161-165 (ISBN 978-88-7371-853-6)

2010
- Marlowe ti amo. Una storia in sette giorni, Roma, Robin Edizioni, 2010 (ISBN 978-88-7371-560-3; anche in formato eBook)
- Dimmi chi sei, Marlowe. Cinque sensi e un’anima, Roma, Robin Edizioni, 2010 (ISBN 978-88-7371-621-1; anche in formato eBook)
- “Felicità” (Racconto #321), in 365 Storie cattive, antologia a cura di Paolo Franchini, 2010 (EAN 21200005447575)
- “Noi due”, “La 500”, “Un doppio insospettabile”, “Qualcuno cresce in fretta”, “Irreale?”, “Nostra madre”, in Riso Nero, a cura di Graziano Braschi e Mauro Smocovich, Milano, DelosBooks, 2010, pp. 229-236 (ISBN 978-88-6530-0660-2)

2009
- “A quattro mani”, in L’Accidia, Roma, Giulio Perrone Editore 2009, pp. 168-170 (ISBN 978-88-6316-058-1)
- “Domenica di sera”, in Scrigno, selezione di racconti e poesie da scrignoletterario.it, 2009, pp. 19-22
- “Immagini e inferenze”, in Pensieri d’Inchiostro, Roma, Giulio Perrone Editore, 2009, pp. 105-106 (ISBN 978-88-6316-063-5)
- “La madre tuttofare”, in Un Sogno dentro un Sogno: vol. 3, Lecce, Casa Editrice I Sognatori, 2009, pp. 96-102 (ISBN 978-88-95068-09-1)
- “Mozziconi copiativi”, in L’Invidia, Roma, Giulio Perrone Editore, 2009, pp. 174-177 (ISBN 978-886316-073-4)
- “Vertigini in contanti”, in Prospektiva Rivista Letteraria, X (2009), n. 47, pp. 44-46 (ISS 1970-2127)

2008
- “Un’albicocca al sole”, in Giallomilanese, Milano, ExCogita 2008, pp. 30-33 (ISBN 978-88-89727-84-3)

"Il suo nome in un anagramma" di Frank Spada

Disegno originale di Giorgio Camuffo / © Frank Spada

di Frank Spada

Un artista del trapezio – arte che sappiamo la più difficile per chi si cimenta in alto, lassù, tra le volte di un teatro, un baraccone o un caravanserraglio in viaggio da una fiera all’altra o sul soffitto di una camera da letto tinteggiata azzurro cielo per l’immaginario degli spettatori più animati del privato – aveva organizzato la propria vita soltanto per cercare la solitudine dagli altri; in modo tale da rimanere, fintanto che gli era dato vivere, solo con se stesso per perfezionare i suoi numeri, notte e giorno, al riparo di un nome privo di generalità documentate e di un’abitazione che in qualche modo potesse intendersi reale.
D’altro canto, gli osservatori, attirati da ogni dove dal suo fare acrobatico, muniti di uno strumento in grado di avvicinare o allontanare il panorama affacciato sui dintorni, un cannocchiale a rovescio fornito da un ente turistico aziendale finalizzato a promuovere la diffusione culturale tutt’altro che locale, se ne stavano con gli occhi vitrei sugli schermi, fissi sulla virtualità delle esibizioni aeree, quasi quotidiane, di un figurino asciutto dalle sembianze in là con gli anni, per studiarlo e carpire il segreto dei suoi voli.
A tutte le sue necessità, peraltro modestissime, provvedevano le sue estimatrici. Che si davano il cambio e vigilavano in basso per mandare su e giù tutto quello che occorreva in alto dentro un contenitore piccolo e leggero, ideato a tale scopo –, carezze, baci, frivolezze, attenzioni, appaganti leggerezze, insomma. Mentre gli altri, gli osservatori, erano soltanto dei visionari o degli istruiti ricercatori, o uomini saggi, o filosofi tardo-cristiani, o sognatori poco interessati a lui; se non per quanto detto.
Questo modo di vivere non creava particolari difficoltà a chi gli stava intorno; ad eccezione di chi, non visto e desideroso di colpire il trapezista con un tiro fionda per farlo cadere a terra e sgomberare il campo dal gioco a tiramolla che da più tempo avvicendava i tempi in corsa, si angustiava senza pace malignando. A dirla tutta, però, il trapezista dava fastidio anche a molti altri – perché lui rimanesse lassù, e che non si potesse nasconderlo nemmeno quando se ne stava seduto tranquillo a soffiare le sue bolle insaponate, iridescenti l’aria degli specchi aperti come ante di una credenza tarlata polverosa, desueta, e il pubblico pareva distrarsi per lo svolgimento di una fiera letteraria, o un parco giochi che la società dei benpensanti organizzava per trattenerli nell’inconscio – sempre fuorviante per chi non ha radici iconografiche – era un mistero.
Solamente una donna dal nome anagrammato di una divinità, una madre generosa con tutti i suoi figli, intuì il pericolo che stava per abbattersi anche su quello che viveva in levità e senza reticella, ed era sempre in viaggio verso la fine programmata dal mistero della vita: il regalo non richiesto da nessuno ma accettato in quanto genera perpetua sofferenza.
Fu lei la prima ad avvertire, dal cantuccio di uno Scrigno magico, da dove origliava per tenersi informata, che l’imberbe trapezista aveva iniziato a piangere smettendo di soffiare bolle in aria, e che la sua esistenza era ormai lì lì per trascinarlo via nel torpore di quel sonno che… sulla sua fronte, liscia di bambino, cominciarono a disegnarsi le prime rughe.

"Doppio Marlowe. Liscio e senza ghiaccio" di Frank Spada

I

1.
Cristo santo che giornata!

Frank Spada - Doppio Marlowe. Liscio e senza ghiaccio

Un'altra storia di Marlowe coinvolge il lettore in questo terzo libro di Frank Spada.

Breve conto alla rovescia

E' iniziato da un po' il conto alla rovescia per l'uscita del terzo romanzo di Frank Spada. Manca proprio poco al 23 giugno 2011, giorno in cui "Doppio Marlowe. Liscio e senza ghiaccio" finalmente tornerà nelle vetrine delle librerie :)

Concorso fotografico "Interpretando Frank Spada"

Frank e Marlowe diventano importanti tanto da ispirare un concorso fotografico con scadenza a Giugno 2011 e Scrigno non si esime certamente dal pubblicare l'evento. Chissà che in mezzo a noi ci sia un friulano? Non perchè il concorso è dedicato solo agli abitanti del Friuli bensì perchè è lì che devono essere ambientate le foto, sono i luoghi riconoscibili dagli indizi lasciati nel romanzo di Frank Spada: "Marlowe ti amo - una storia in sette giorni".
Il romanzo è acquistabile ora anche come ebook sul sito della Robin Edizioni e precisamente qui: https://www.ebookizzati.com/index.php?section=search&titolo_get=marlowe+...

In allegato il regolamento che prevede un primo premio di 500 euro.

In bocca al lupo a tutti i fotografi/lettori che parteciperanno.

Condividi contenuti
Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com