scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

rime

"Lettera da Marte" di Alessio Pracanica

Lettera da Marte
per dirti che ti sento
ricevo forte e chiaro
qualsiasi pentimento
lettera brevissima
per dirti due parole
che il cielo oggi è sereno
e come sempre non piove
quassù è tutto bellissimo
c’è solo un po’ di vento
che sgombra i miei pensieri
da ogni risentimento
la luce a volte è immensa
come dicevi tu
io qui sto bene, grazie
e non ritorno più

"Non ho mai conosciuto Chet Baker" di Alessio Pracanica

Non ho mai conosciuto Chet Baker
non l’ho mai visto suonare
non l’ho mai accompagnato al cesso
sorreggendolo per vomitare
non ho mai conosciuto Chet Baker
Eh! Che cosa ci volete fare…
E se guardo veramente indietro
non ho niente da raccontare
uno sbarco sulla Luna
un evento eccezionale

"Precious things" di Alessio Pracanica

I need precious things
all around me
I feel on the air
in the space of a maybe
yours laws and rules
don’t help me
wash your hands
and let me see
those precious things
those thirty coins
yet I’ve thirty dirties girls
flatters owns groins
and when I’ll flow
from the highest branch
only precious things
I’ll see from that stance

"Cous-cous" di Alessio Pracanica

mangiami
in questa notte tiepida
di odori e di speranze
tu nutriti di me
ma gustami
mastica lentamente
senza inghiottire niente
d’intero o d’incompreso
avrò il gusto che tu vuoi
e puoi
mescolarmi alle verdure
insieme a spezie molto rare
alle lacrime più amare
tanto sai dove tagliare

"Music for olds airplanes" di Alessio Pracanica

Maybe I’m flying
everybody talks
about a nocturnal refuge
Mayday I’m falling
really once more
like a deluge

while the night
is falling too
without fear
at least here

Maybe I’m flying
really once more
with my blacks wings
Mayday I’m falling
and when I’ll crash

Un fiore

Su questa vecchia Terra
Mai si finisce di far la guerra

Se tutti regalassimo un fiore
Sarebbe un mondo colmo d’amore.

di Stefano Chiarato
16.01.2009

"Scusami" di Giuliana Barontini

Quante volte l’hai sentito dire
quante volte lo hai detto
scritto

quante volte
ti ha fatto sorridere e
quante... la rabbia è salita
fino a soffocarti
il cuore

Scusami
solo una parola
mentre altro vuoi sentire

un verbo inutile
nella luce dell’aurora

Scusami
coscienza che si sgrava
che non si consola
ne riporta l’armonia

Scusami
promessa invitante

"Dissolvenze" di Roberto Ritondale

di Roberto Ritondale

Svanisce l’immagine di te,
si assottiglia il dolore.
Latente ricordo,
passeggi come un’ombra
tra pensieri convulsi.
E intanto la sofferenza
già perde spessore,
si materializza
una strana tristezza.
Una strana amarezza:
retrogusto di te.

"Kamikaze" di Roberto Ritondale

di Roberto Ritondale

Lo spaccaossa
mi frattura e straccia,
cattura e mi massacra
con perizia.
A nulla m’è servita la corazza.

Percosso come un cane bastonato
coltivo nel rancore la vendetta:
mi cingo di tritolo liberato,
esplodo nella terra maledetta.

"Decadenze" di Roberto Ritondale

di Roberto Ritondale

Cadono petali
dal fiore
che appassisce.
Cambiare l'acqua
ormai
non serve più.

Condividi contenuti
Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com