scrigno

leggere nuoce gravemente all'ignoranza

Piero Boi - Cargo di cloni

Cargo di cloni è un libro di fantascienza, genere difficilissimo perché scontatissimo e abusatissimo.
Allora cominciamo subito col dire che non è un romanzo di genere, pur appartenendo al genere. E' stato scritto da una persona colta, spiritosa, di buone letture, che ha dimestichezza con la scrittura, e con leggerezza veicola delle idee che sente molto e che riguardano una certa visione della realtà e del pianeta.
In assoluto non si tratta di un racconto a tesi, intendiamoci, poiché nulla è esplicitamente spiegato, ma tutto è deducibile dal lettore, e dal suo livello di sensibilità. Beninteso c'è una chiave di lettura che è puramente avventurosa, e perfettamente funzionante. La scrittura è piacevole, scorrevole, qua e là la fantasia è addirittura pirotecnica, soprattutto quando la situazione non sembra permetterlo.Tutto il racconto è permeato di trovate che spesso hanno una freschezza d'inventiva rara e giocosa. Si percepisce il divertimento di chi scrive, proprio il gusto quasi fisico di farlo, come per esempio nella descrizione dei reperti del museo delle Armi di Rombo o del menu di Pantos.
Questo universo postapocalittimo in cui si muove il protagonista, il gigantesco samoano Tuiavii, pilota di uno scalcinato cargo alle forzate dipendenze della potentissima e feroce Unlimited ( potrebbe aspirare a molto di più, ma ha il difetto di pensare con la sua testa ed è tenuto in "quarantena" in attesa diuna riabilitazione ), è sempre uguale al solito vecchio mondo, ugualmente violento e legato allo sfruttamento e al profitto, solo su scala interplanetaria. Mari che non danno pesce, risaie agonizzanti, malattie e devastazioni non fermano le brame di profitto della Unlimited, e del resto i caveau svizzeri sopravvivono, al contrario di molte specie, come sopravvivono certe miniere che ricordano molto i lager nazisti.
L'Archivio, che è una straziante macchina del tempo, riporta ogni tanto indietro Tuiavii ad antiche vicende di distruzione e di morte.
Calcinati il Vaticano e la Mecca, si può procedere alla creazione di cloni per ripopolare il mondo, eliminando gli spiriti vivaci, i fomentatori sindacali, le teste calde. Tutto come al solito. A difendere un ideale di grazia e bellezza, l'oasi della Grande Gheisha Shimbutsu, che tramanda i rituali del bello attraverso le sue allieve, e che di Tuiavii apprezza il cuore gentile, cuore e spirito che sono in evoluzione, visto che il pilota arriva a vedere le anime che si apprestano a reincarnarsi nei dintorni del pianeta Venere.
Compagno di viaggio e ausilio indispensabile in queste avventure sulla Enterprise, questo il nome del cargo, è il computer Facta di apprezzate sembianze femminili, uno dei rari esemplari in circolazione, invano ambito da molti.Il nostro pilota trasporta oltre che alle merci, cloni di bellissimo aspetto e con capacità sovrumane, che però non si riproducono, e dunque la loro creazione è per la Unlimited ulteriore fonte di guadagno. Conosciamo anche altri pianeti, tra cui Giove, che sembra un'oasi nella desolazione generale.
Ecco, mi fermo qui pensando di avere dato un'idea dello scenario che certamente suscita la curiosità del lettore. Registro un'esilarante vena erotico futurista nel raccontare i rapporti sessuali del protagonista con certe intraprendenti tipette dalle cento manine, tutte ben impiegate, mentre con diversa poesia ma non minore fantasia invece sono narrati i rapporti con l'amata. Messo di fronte alla prospettiva di una "riabilitazione" che lo vedrà a capo di un'ennesima impresa di distruzione e di guerra. il samoano scappa, rubando il cargo: sa già cosa fare: riportare la vita nell'universo...
Se Pietro Boi voleva scrivere una storia di fantascienza che fosse veloce e impattiva come un videogame ci è riuscito, offrendo al lettore non solo svago e divertimento, ma anche motivi di riflessione.

Leila Mascano

Per un assaggio del libro clicca al seguente link:
http://scrignoletterario.it/node/1117

Creative Commons License Salvo dove diversamente indicato, il materiale in questo sito
è pubblicato sotto Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
Powered by netsons | Drupal and Drupal Italia coomunity | Custumized version by Mavimo
Based on: ManuScript | Optimized for Drupal :www.SablonTurk.com